VINCITORI 2018

Presso l’Ateneo Veneto, in concomitanza con la Biennale di Architettura di Venezia 2018 si è svolta la premiazione della prima edizione del Premio Letterario La Calcina John Ruskin.

 

I VINCITORI

Primo premio categoria saggio monografico a ELISA PILIA

Primo premio categoria saggio breve a ELISABETTA CONCINA 

Premio Speciale “Venezia” a ROSSELLA BAROZZI

Premio Speciale “Antico e Nuovo” a DAVIDE DEL CURTO

 


Menzioni speciali: Gianluca Evels/Stefania Papitto; Lorenzo Mingardi/Daniela Lepore/Alessandro Sgobbo/Federica Vingelli; Paolo De Marco.

 

MOTIVAZIONE DEI PREMI

A seguito dei moltissimi lavori arrivati e di proposte letterarie molto diversificate la giuria ha deciso di dividere il primo premio in due categorie: saggio monografico e saggio breve.

Su questa base la commissione ha scelto all’unanimità per la prima categoria lo scritto di Elisa Pilia “Urban ruins. Memorial Value and contemporary role ” per l’originale approccio ad un tema complesso,  combinando analisi storica e indagine critica composta tra il mondo mediterraneo e quello anglosassone, e accompagnata da una serie di apparati.

Per la seconda categoria del saggio breve, la commissione ha scelto il testo di Elisabetta CONCINA “La Ca’ d’oro, da icona monumentale a modello di architettura veneziana tra Ottocento e Novecento” per l’attenta indagine storico critica che apre importanti prospettive di ricerca.

La commissione ha ritenuto meritevole del Premio Speciale Venezia lo scritto di Rossella Barozzi ” La Corinthia Macchina. Jacopo Sansovino e la Scuola Grande della Misericordia” per l’ampia e articolata indagine accompagnata dall’uso di strumenti innovativi. Per il Premio Speciale “Antico e Nuovo” la commissione ha riconosciuto meritevole il saggio di Davide Del Curto ” Il restauro é morto? Viva il restauro!” per la spiccata attenzione alle dinamiche in corso.

 

Il testo vincitore della prima categoria sarà pubblicato in un volume iniziatore di una collana per i tipi della DOM-Publichers, uno tra i principali editori internazionali di Architettura, partner del Premio.

Mentre il testo vincitore della seconda categoria sarà pubblicato nella prestigiosa rivista dell’Ateneo Veneto, partner del Premio.

Invece i Premi Speciali e le Menzioni saranno pubblicati nell’arco dell’anno 2018 nel sito del Premio stesso.