ALBERTO SOCI

Alberto Soci (Milano, 1978) si laurea in Architettura Civile presso il Politecnico di Milano (2002), con una tesi compositiva sul consolidamento del sistema culturale centrale di Milano dal titolo: La Biblioteca Europea di Informazione e Cultura (BEIC) di Via Larga. Dal 2009 è dottore di ricerca in Composizione Architettonica, presso la Facoltà di Architettura Civile di Milano. Svolge attività di didattica e di ricerca presso il Politecnico di Milano, Corso di Laurea in Architettura Civile e l’Università degli Studi di Brescia, Corso di Laurea Specialistica a ciclo unico in Ingegneria Edile-Architettura (DICATAM). È autore di pubblicazioni scientifiche a carattere nazionale ed internazionale tra cui le monografie: Alessandro Antonelli. Elogio della follia (Libraccio Editore, 2017) e Architettura Esposizione Città (Libraccio Editore, 2015).

È professore a incaricato nel Corso di Architettura e Composizione Architettonica 2 (2017 – oggi) presso l’Università degli Studi di Brescia nel Corso di laurea magistrale a ciclo unico in Ingegneria Edile-Architettura.

Partecipa a concorsi nazionali e internazionali. Suoi progetti sono stati esposti presso la Camera di Commercio di Milano, il Politecnico di Milano, la University of Technology of Beijing e pubblicati in riviste nazionali e internazionali. Già Visiting Professor all’Universidad Nacional de Ingenieria de Lima (FAUA).

L’attività di ricerca è consolidata, grazie alla partecipazione a progetti di ricerca nazionali e internazionali, sui temi della composizione architettonica e della progettazione urbana. L’esperienza maturata è stata trasferita in sede didattica apportando, ai corsi ai quali ha collaborato e alle tesi di laurea seguite, significativi contribuiti di carattere teorico e progettuale.

Dal 2008 è titolare dello studio di Progettazione Architettonica ARCHAM STUDIO Milano dove svolge attività concorsuale nazionale e internazionale su diversi temi legati alla città e il suo patrimonio culturale.

Nel 2021 è stato Insignito del titolo di Cavaliere all’Ordine al Merito della Repubblica italiana dal Presidente della Repubblica.